A- A A+ AREA PROFESSIONISTI SHOP LINES.IT

4 attrezzi per rinforzare il pavimento pelvico

Coni vaginali, sfere, palline cinesi e pesi vaginali possono essere dei preziosi alleati della muscolatura pelvica femminile. Si tratta infatti di attrezzi per rinforzare il pavimento pelvico che hanno lo scopo di migliorare i risultati di alcuni esercizi di ginnastica pelvica. 
Vediamo quindi le caratteristiche di alcuni di questi oggetti e come andrebbero usati, anche se in caso di dubbi o difficoltà la cosa da fare è sempre quella di rivolgersi ad uno specialista, come ad esempio un'ostetrica o un fisioterapista.

Il primo passo: prendere consapevolezza della muscolatura del pavimento pelvico

Prima di eseguire qualsiasi tipo di esercizio che coinvolga il pavimento pelvico è bene prendere coscienza di questa delicata muscolatura e di come lavora. Uno dei metodi di autovalutazione del pavimento pelvico più semplici consiste nell'esame digitale, che consiste nel posizionare un dito tra vagina e ano mentre si eseguono gli esercizi di Kegel, in modo da sentire quali sono i muscoli che si stanno contraendo e con quale intensità. Si può anche eseguire un esame interno, introducendo delicatamente un dito nella vagina e percependo così i movimenti della muscolatura durante le serie di contrazioni e rilassamenti.

Sfere per tonificare il pavimento pelvico: cosa sono e come si usano

Le sfere per la tonificazione del pavimento pelvico si usano in genere per intensificare l'azione dei normali esercizi di ginnastica pelvica e possono aiutare a prevenire incontinenza urinaria e prolassi. Si tratta di ausili a forma di pallina e in materiale ipoallergenico, che si trovano in farmacia e sono disponibili con pesi differenti, più o meno leggeri.

Queste sfere si possono usare per esercizi di ginnastica sia attiva sia passiva: nel primo caso si possono eseguire gli esercizi di Kegel dopo aver inserito una di queste sfere nella vagina, incrementando così la difficoltà dell'esercizio; nel secondo caso, invece, si può inserire una sfera e poi eseguire le normali attività quotidiane. I muscoli pelvici dovrebbero contrarsi in maniera spontanea per evitare che la pallina si sposti dalla sua sede, contribuendo così ad una maggiore tonicità del pavimento pelvico.

In entrambi i casi bisogna scegliere accuratamente il peso delle sfere, magari con l'aiuto di uno specialista che valuti la situazione di partenza della tonicità del pavimento pelvico, passando via via a sfere più pesanti con il procedere dell'allenamento.

Palline cinesi per la ginnastica pelvica

Un'altra versione delle sfere sono le palline cinesi, che consistono in due sfere unite da un cordoncino per poterle estrarre facilmente. Come le sfere, possono essere inserite con l'aiuto di un lubrificante a base di acqua e successivamente lavate con acqua e un detergente.

Queste palline contengono al loro interno una sfera più piccola che, muovendosi, stimola le pareti vaginali e in questo modo favorisce una migliore circolazione sanguigna. Anche in questo caso, una volta inserite, si possono eseguire alcuni esercizi di ginnastica pelvica o semplicemente camminare contraendo la muscolatura pelvica per fare in modo che non si spostino dalla loro sede.

Cosa sono i coni vaginali e come si usano

Anche i coni vaginali sono disponibili con diversi pesi e misure in modo che ognuna possa trovare quello giusto per cominciare a rinforzare il proprio pavimento pelvico. In genere il cono più leggero pesa circa 5 grammi, il più pesante più o meno 55: vanno inseriti all'interno della vagina per circa un quarto d'ora due volte al giorno. Il loro utilizzo è simile a quello delle sfere ma, essendo meno pesanti, sono più indicati per chi ha il pavimento pelvico particolarmente debole.

Pesi vaginali per rinforzare il pavimento pelvico: cosa bisogna sapere

Se per gli attrezzi per rinforzare il pavimento pelvico visti fin qui il modo di utilizzo era molto simile, per gli esercizi con i pesi vaginali il funzionamento è totalmente diverso. Questi strumenti hanno una forma allungata di circa 16/17 centimetri e pesano all'incirca 400 grammi. Si usano così: sdraiate con le gambe semi flesse e divaricate e i piedi ben appoggiati per terra, inserite il peso nella vagina aiutandovi con un po' di lubrificante. A questo punto bisogna cercare di rilassare la muscolatura pelvica, per poi contrarla in maniera energica, in modo che il peso si muova all'interno della vagina tonificando così la muscolatura. Questo esercizio si ripete per una decina di volte, o comunque fino a che non ci si sente affaticate.

Articoli piu letti

cistite maschile sintomi
Cistite maschile, i sintomi e cosa fare per alleviarli
Prostata ingrossata sintomi
Prostata ingrossata: sintomi e conseguenze
urinare poco e spesso
Urinare poco e spesso, perché succede e quando rappresenta un sintomo
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Chiudi