A- A A+ SHOP LINES.IT

Incontinenza post parto, gli esercizi per allenare il perineo

A prescindere da quanto dura l’incontinenza post parto, esistono diversi rimedi per attenuarla senza dover necessariamente ricorrere ai farmaci. Gli esercizi per allenare il perineo, ad esempio, sono molto utili per migliorare il comune problema dell'incontinenza post parto e si possono fare comodamente a casa propria, basta conoscerne le tecniche e riprodurle con attenzione e precisione. 

Da quando sei diventata mamma capita che basti un piccolo sforzo, un colpo di tosse o una risata per perdere qualche goccia di urina? E' proprio in questo che consiste l'incontinenza urinaria post parto e per una neo mamma è una condizione che non deve destare preoccupazione; ciò non toglie che sia un disturbo percepito come fastidioso e imbarazzante. 
Dopo il parto i muscoli del pavimento pelvico risultano meno tonici a causa dello sforzo sostenuto durante la gravidanza e il parto; questo determina piccole perdite involontarie di urina e, in alcuni casi, il prolasso dell'utero e della vescica, cioè lo spostamento verso il basso di questi organi.

Spesso l'incontinenza post parto si risolve spontaneamente, ma ci sono alcuni esercizi che possono aiutare a restituire tonicità ed elasticità al pavimento pelvico. Questo particolare tipo di ginnastica, che consiste nei noti  esercizi di Kegel, è molto semplice e, una volta appreso come eseguirla correttamente, si può fare anche a casa in qualsiasi momento della giornata. Per avere buoni risultati in genere si consiglia di ripetere gli esercizi più volte nel corso della giornata; possono essere fatti anche qualche mese prima del parto come misura preventiva.

E' importante capire quali sono i muscoli coinvolti negli esercizi, cioè in pratica quelli che entrano in gioco quando si vuole interrompere il flusso di urina. Vediamo alcuni esercizi utili per alleviare l'incontinenza post parto.

Esercizio 1 – Rimanendo in posizione seduta o eretta, mantenere contratti i muscoli interessati per circa 5 secondi, come se si volesse spingere la muscolatura verso l'alto. Rilasciare i muscoli e ripetere più volte al giorno.

Esercizio 2 – In piedi, con le gambe leggermente flesse e divaricate e le mani sui fianchi, inspirare spostando indietro il bacino ed espirare spingendolo avanti, cercando di contrarre i muscoli pelvici e gli addominali.

Esercizio 3 – Contrarre e rilasciare velocemente i muscoli del pavimento pelvico, ripetendo l'esercizio per molte volte.

Esercizio 4 – In posizione supina e con le gambe flesse, contrarre il muscolo interno del bacino. Per controllare se si sta eseguendo l'esercizio correttamente è utile appoggiare una mano sul basso addome per controllare l'attività degli addominali.

Esercizio 5 – Cercare di interrompere completamente il flusso di urina mentre si fa pipì; questo esercizio sarebbe da fare almeno una volta alla settimana.


Prodotti che ti potrebbero interessare su shop LINES. Tutti con spedizione gratuita sempre!

Ti potrebbero interessare anche

visita urologica femminile
Visita urologica femminile, come si svolge
muscoli pelvici deboli sintomi
Muscoli pelvici indeboliti dopo il parto, come riconoscere i sintomi
igiene intima post parto
Igiene intima post parto e perdite di urina

Articoli piu letti

urinare poco e spesso
Urinare poco e spesso, perché succede e quando rappresenta un sintomo
Prostata ingrossata sintomi
Prostata ingrossata: sintomi e conseguenze
vescica iperattiva
Vescica Iperattiva: come riconoscere i sintomi
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Chiudi