A- A A+ AREA PROFESSIONISTI SHOP LINES.IT

Come si manifesta l'incontinenza nelle diverse fasi della vita

C'è un'età in cui si è più esposti al rischio di soffrire di incontinenza? La risposta a questa domanda non è semplice poiché dipende da molti fattori: tipo di incontinenza, eventuali altre patologie concomitanti, familiarità genetica, stile di vita e persino fattori psicologici. Ci sono però alcune situazioni e determinati periodi della vita di ogni persona in cui si è inevitabilmente più portati a soffrire di questo problema: vediamo quali sono.

Incontinenza giovanile

Al contrario di quello che si è portati a credere, l'incontinenza urinaria può colpire anche persone giovani. Alcune donne tra i 16 e i 30 anni possono soffrire di incontinenza urinaria non legata a gravidanza e parto. Le cause dell'incontinenza giovanile sono diverse e spesso danno luogo ad una situazione transitoria e quindi risolvibile: tra queste ci sono ad esempio infezioni alle vie urinarie, costipazione oppure l'assunzione di alcuni farmaci. La cosa più importante, in questi casi, è mettere da parte l'imbarazzo e parlare del problema con il proprio medico, che potrà così svolgere un'accurata valutazione della situazione e consigliare gli esercizi adatti e l'eventuale terapia.

Incontinenza in gravidanza e post parto

L'incontinenza urinaria femminile può essere una conseguenza, spesso solo transitoria, della gravidanza e del parto. 

Come ben sanno le future mamme, nei primi mesi di gravidanza si può avvertire il bisogno di urinare più frequentemente: questo perché aumenta la quantità di progesterone, un ormone che, tra le altre cose, ha anche un effetto rilassante sulla muscolatura della vescica. Nel corso dei nove mesi di gravidanza, poi, il peso del bambino esercita una pressione sempre maggiore sulla vescica e si ha quindi l'esigenza di urinare più spesso.

A volte dopo il parto si possono avere piccole perdite involontarie di urina. L'incontinenza post parto è del tutto normale ed in molti casi è solo una condizione transitoria dovuta al fatto che i delicati muscoli del pavimento pelvico sono stati messi a dura prova dalla gravidanza e dal parto. Possono sicuramente essere d'aiuto, anche in questo caso, gli esercizi di Kegel, che aiutano il pavimento pelvico a recuperare la sua tonicità.

Incontinenza in menopausa

Per le donne spesso la menopausa rappresenta un periodo delicato, in cui il corpo è soggetto ad alcuni cambiamenti a cui bisogna adattarsi. Tra questi ci può essere anche un indebolimento dei muscoli e dei tessuti del pavimento pelvico dovuto a mutamenti ormonali, che determina il bisogno di urinare più spesso e a volte può dare luogo a piccole perdite di urina. Niente paura, però: questo disturbo può essere gestito in tutta serenità mettendo in atto piccole strategie e, soprattutto, parlandone con il proprio medico, che suggerirà gli esercizi adatti per alleviare il problema.


Incontinenza nell'anziano

L'incontinenza urinaria non è una conseguenza dell'invecchiamento, però è vero che con il passare degli anni il pavimento pelvico perde tonicità; inoltre i cambiamenti ormonali a cui si è soggetti con l'avanzare dell'età e alcune patologie che possono sopravvenire (come ad esempio il diabete) possono contribuire ad aggravare il problema delle perdite involontarie di urina.

Anche in questo caso è importante mettere a punto con il proprio medico una strategia volta ad alleviare e a gestire al meglio questo problema.

Ti potrebbero interessare anche

incontinenza perdite gravidanza
Incontinenza in gravidanza e perdite post parto, cosa fare?
Urinare spesso in menopausa
Urinare spesso in menopausa
incontinenza anziani
Incontinenza urinaria nell'anziano

Articoli piu letti

Urinare spesso di notte
Urinare spesso di notte, le cause per gli uomini
cistite maschile sintomi
Cistite maschile, i sintomi e cosa fare per alleviarli
Prostata ingrossata sintomi
Prostata ingrossata: sintomi e conseguenze
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Chiudi